venerdì 9 marzo 2012

Mostarda di Mandarini


Quello che vi propongo oggi è un prodotto che faccio nella mia azienda...ImperoVerde ovviamente, dove oltre alle marmellate, le confetture e molto altro produco LE SENAPATE, che non sono altro che mostarde. In questi giorni me ne sono preparata un po' per casa e visto che ho svuotato gli alberi di mandarini di mia madre l'ho fatta proprio con questi frutti scegliendo quelli più piccoli.

INGREDIENTI

Mandarini 1600 gr
Zucchero  800 gr
Essenza di senape sintetica (la vendono in farmacia)

Il procedimento dura 4 giorni, io infatti ho iniziato lunedì e l'ho invasati ieri sera.

1° GIORNO - mettere i mandarini in una coppa abbastanza ampia coperti dallo zucchero (anche se scende in mezzo alla frutta va benissimo).

2° GIORNO - dopo 24 ore lo zucchero si sarà sciolto (anche se non completamente non fa nulla). Con una pinza prendere i mandarini e forarli (2 o 3 buchetti) con uno stuzzicadenti. Mettere in una pentola i mandarini e lo sciroppo che si è formato e portarli a ebollizione. Lasciare bollire 10 minuti e rimetterli nella coppa .Potete anche lasciarli nella pentola e anche iniziare tutto il procedimento direttamente in essa, io faccio così perché molte volte le pentole mi servono per fare altro quindi me le libero.

3° GIORNO - ribollire per altri 10 minuti.


4° GIORNO - ribollire per 15 minuti. Lasciare raffreddare. Aggiungere 35 gocce di essenza di senape sintetica. Quando eseguite questo passo state attenti a non stare con il viso sulla pentola e inalare l'essenza perché è molto forte e potrebbe farvi bruciare gli occhi.
A questo punto con una pinza inserite i mandarini nei vasi precedentemente sterilizzati e aggiungete lo sciroppo. Chiudete ermeticamente.

Attendete almeno una settimana prima di degustare la mostarda.

Se vi è piaciuta lasciatemi un messaggio! Grazie e alla prossima....

3 commenti:

  1. questo procedimento si puo'usare per fare i mandrini interi canditi? grazie ho usato questa ricetta per la mostarda eccellente

    RispondiElimina
  2. ho usato per due volte questo procedimento, i mandarini collassano e lo zucchero diventa vitreo. ora che homprovato un altro procedimento posso affermare con sicurezza che questa ricetta non garantisce il risultato che promette. Riccardo Genova

    RispondiElimina
  3. beh io pero' ho avuto un problema. Lo zucchero iniziale non si è sciolto quasi per niente dopo più di 24H, ma io non me ne sono accorto ed ho rischiato di bruciare tutto e comunque ho dovuto aggiungere acqua.
    Consiglio di fare attenzione.

    RispondiElimina

Grazie per la visita al mio blog, un tuo commento mi rende felice!
:) A presto.